fbpx
skip to Main Content
Le Unioni Civili In Italia, La Situazione Tre Anni Dopo.

Le unioni civili in Italia, la situazione tre anni dopo.

L’11 maggio 2016 è entrata in vigore la legge che consente di unirsi civilmente a due persone di sesso diverso o uguale.
Il nostro Paese è stato segnato significativamente dall’introduzione di questa novità e in 3 anni le Unioni Civili sono aumentate così tanto, da superare il numero dei matrimoni, spesso sostituendoli.

La Legge

La Legge Cirinnà stabilisce che due persone maggiorenni dello stesso sesso possono costituire un’Unione Civile tramite una dichiarazione fatta di fronte all’Ufficiale di Stato Civile e alla presenza di due testimoni.
La coppia può scegliere se assumere lo stesso cognome o meno per la durata dell’unione.
La costituzione, quindi, della stessa, viene registrata nell’Archivio di Stato Civile del Comune.

Diritti e i doveri della Legge Cirinnà

La Legge Cirinnà, che prende il nome dalla senatrice del Pd Monica Cirinnà, dà alla coppia di fatto formata da persone dello stesso sesso, pieno riconoscimento giuridico.
Così, anche le coppie omosessuali condividono parte dei diritti e dei doveri previsti per il matrimonio, come l’obbligo reciproco all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione, e assumono lo stato civile di conviventi di fatto.
Inoltre, entrambe le parti, in relazione alle proprie possibilità economiche, sono tenute a contribuire ai bisogni comuni.
Infine, se non si opta per la separazione dei beni, il regime patrimoniale dell’Unione Civile tra persone dello stesso sesso è quello della comunione dei beni.
L’eccezione rispetto al matrimonio, è data dall’impossibilità di adottare il figlio naturale del partner, la cosiddetta stepchild adoption, come fortemente voluto dall’ala cattolica e conservatrice della maggioranza.

I risultati della legge

Nei tempi immediatamente successivi all’approvazione della legge, è stato raggiunto un numero significativo di Unioni Civili.
Come confermato dalla stessa Monica Cirinnà, infatti, a soli 3 anni dall’entrata in vigore della Legge 76/2016, sono state celebrate più di 10.000 Unioni Civili.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
CAMBIA LINGUA